COME FARE UNA PASTA FROLLA CLASSICA: LA RICETTA


crostata-3

La pasta frolla ha un forte potere evocativo: ci riporta indietro nel tempo ricordandoci nonne, mamme e feste di compleanno. Per ottenerne una che sia all’altezza dei ricordi basta seguire pochi, utili consigli.

  • unite la farina solo alla fine della lavorazione maneggiando l’impasto il meno possibile
  • prima di utilizarlo, lasciate riposare l’impasto nel frigo avvolto in pellicola per alimenti per almeno 30 minuti
  • il burro deve essere morbido, ma non molto. Piegatene un pezzetto: se non si rompe, ha la consistenza giusta
  • durante la lavorazione le vostre mani devono essere fredde, altrimenti la frolla tende a sbriciolarsi

ricetta-pasta-frolla-senza-burro-2-e1413989998984

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

250gr farina – 150gr burro – 100gr zucchero a velo – 2 tuorli – 1 bacca di vaniglia – scorza di limone non trattato – sale – burro e farina per lo stampo

Iniziate la preparazione della pasta frolla lasciando ammorbidire a temperatura ambiente il burro tagliato a pezzetti e coperto con pellicola per alimenti, poi impastatelo con metà dello zucchero.

Disponete la farina a fontana su una spianatoia e nel “cratere” centrale mettete il resto dello zucchero, i tuorli, un pizzico di sale, la polpa della bacca di vaniglia e la scorza di limone grattuggiata.

Impastate tutti gli ingredienti finchè otterrete un composto omogeneo, ma cercate di lavorare molto velocemente per evitare che la frolla si scaldi. Formate un panetto, avvolgetelo in pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Dopo aver tirato la pasta col mattarello, ritagliate un disco e rivestitevi il fondo e il bordo di uno stampo da 24cm precedentemente imburrato e infarinato.

Una volta stesa la frolla nello stampo punzecchiate il fondo, per evitare che in cottura si gonfi, e fate aderire bene i bordi, premendo con le dita o col manico di una forchetta.

Prima della cottura procedete con la guarnizione come da vostra ricetta oppure, nel caso di farcitura con creme fredde o frutta fresca, realizzate una “cottura in bianco”. Esistono diversi metodi per realizzarla, il più tradizionale prevede di ricoprire la frolla con carta forno e di sovrapporre dei fagioli secchi che facciano da peso.

pasta-frolla-cottura-in-bianco

Procedete alla cottura: ponete la frolla in forno già caldo a 170°C e fatela cuocere per 25 minuti. Teminata la cottura, sfornate la crostata e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente e se bianca guarnitela con crema pasticcera, frutta fresca o altro ripieno.

ATTENZIONE

A volte, può capitare che la pasta frolla anzichè restare compatta vada a pezzi, diventi appiccicosa e impossibile da stendere. In casi come questo la tentazione è di lavorarla ancora. Niente di più sbagliato! E’ proprio il calore delle mani e l’eccessiva lavorazione a rovinarla. L’unico rimedio possibile è quello di rimpastarla con 2-3 cucchiai di acqua fredda o mezzo albume.


Commenti chiusi