COME GESTIRE LO STRESS E L’ANSIA: TECNICHE E RIMEDI


Al giorno d’oggi lo stress e l’ansia, sono i disturbi più diffusi di cui soffriamo in tanti; ne è causa l’era moderna caratterizzata da uno stile di vita particolarmente frenetico e caotico. Odiernamente, la tecnologia, ha preso sopravvento su tutto; un esempio possono essere: le strade super trafficate nelle ore di punta dei lavoratori, le metropolitane, dove la gente si scontra per la fretta e fa a gara di chi sale e scende per primo e via dicendo tante altre situazioni simili. Oggi viviamo sotto un’opprimente campana di stress che non permette di goderci  gli attimi intensi che la vita cerca di metterci a disposizione. Per cui lo sconforto e la frustrazione personale, ci scalpita insolentemente per catturarci nella sua opprimente morsa restrittiva. L’ansia e lo stress, purtroppo, hanno la capacità di logorarci dentro, di limitarci in tutto e per tutto, ma specialmente di sopprimere la nostra capacità di reagire e vivere al pieno delle proprie forze fisiche e mentali. Perché a volte, sembra scontato, ma mettere insieme una carriera lavorativa che ci prometta un futuro migliore, cercare di fare andare d’accordo tutti in famiglia e combattere continuamente per ritagliarsi qualche minuto di vita sociale in settimana, non è affatto semplice. Questi due antagonisti, hanno la capacità di procurarci numerosi disturbi fisici inoltre , creando principalmente una forte sensazione di oppressione all’interno della gabbia toracica, attacchi di tachicardia, dolori cronici alla base della testa e del collo, in un’accordo di situazioni cliniche non facilmente risolvibili. Possiamo dire quindi, che lo stress e l’ansia, sono un forte ostacolo per il nostro benessere e vitalità e il dolore che ci procura è spesso causato dalla cattiva interpretazione di questo stato d’animo e il nostro approccio errato nei suoi confronti. Capita spesso di provare a rilassarsi e scoprire che più si cerca di farlo e più non ci si riesce, diversamente, nell’attimo in cui smettiamo di volere tenere sotto controllo la situazione e il nostro stato d’animo, come per miracolo, lo stress diminuisce e ci ritroviamo rilassati. Rilassarsi, significa cedere il controllo, cosa che sperimentiamo ogni volta che usciamo da situazioni che ci creano stress, rabbia, paura e ansia.

STRESS

Cos’è lo stress?

È una risposta psicofisica a doveri anche molto diversi tra loro, di natura emotiva, sociale, che la persona percepisce come eccessivi.

Lo stress è uno dei principali fattori di rischio per la depressione e per i disturbi cardiovascolari, inoltre può portare a disturbi maniacali e di bipolarismo.

In base alla durata del periodo stressante esistono due tipologie di stress:

Se l’impulso si verifica una volta sola e ha una durata limitata, si parla di stress acuto, se invece la fonte di stress si prolunga nel tempo diventa stress cronico.

Cause dello stress:

Un evento stressante per qualcuno potrebbe non esserlo, mentre per altri, uno stesso evento in fasi di vita diverse può risultare più o meno stressante. L’evento stressante non è sempre negativo, ma può presentarsi anche per eventi piacevoli come: il matrimonio, la nascita di un figlio o un nuovo lavoro. A sua volta si presenta anche per eventi spiacevoli come: ambienti molto rumorosi a livelli di inquinamento elevati, malattie, morte di una persona cara, separazione.

Sintomi dello stress:

Fisici: mal di testa, indigestione, tensione collo e spalle, tachicardia e extrasistole, stanchezza e problemi di sonno.

Comportamentali: alimentazione compulsiva, assunzione di alcolici, difficoltà a relazionarsi e comportamenti prepotenti.

Emozionali: tensione, rabbia, nervosismo, infelicità, agitazione.

Cognitivi: difficoltà a pensare in maniera chiara, preoccupazione costante, distrazione, difficoltà nella presa di decisione.

ANSIA

Cos’è l’ansia?

L’ansia è uno stato emotivo che può presentarsi in due forme: positiva e negativa; è associata ad una situazione d’ allerta e paura e apprensione nei confronti di tutto ciò che è all’esterno e di ciò che avverrà; generalmente è una reazione esagerata rispetto alla reale situazione. Essa è una risposta naturale del corpo allo stress.

Cause dell’ansia:

Fattori ereditari: è stato rilevato da alcuni studi, che più della metà delle cause di questo disturbo è di origine ereditaria; in quanto i soggetti con disturbi d’ansia, hanno almeno un familiare affetto da una patologia analoga.

Fattori inconsci: secondo Freud, l’ansia deriva da un conflitto inconscio che può risalire all’infanzia o svilupparsi nella vita adulta.

Fattori biologici: secondo alcuni studi effettuati sul cervello umano, l’ansia sarebbe causata da alterazioni della quantità di alcuni neurotrasmettitori, ad esempio un’eccessiva produzione di noradrenalina (ormone dello stress), ed una ridotta produzione di serotonina (che regola il benessere).

Sintomi dell’ansia:

Generali: senso di paura e di pericolo imminente; paura di morire, di impazzire o di perdere il controllo, apprensione, inquietudine.

Psicologici: tendenza al catastrofismo, depersonalizzazione, disturbi della persona, disturbi del sonno.

Neurovegetativi: dispnea, iperpnea, lipotimia, nodo alla gola, bocca secca, sudorazione eccessiva, tremori, tensione muscolare-

Consigli su come superare ansia e stress:

  1. Concediti una passeggiata: oltre che fare bene alla propria salute fisica, aiuta a rilassarsi, schiarirsi le idee e i pensieri. Possibilmente, sarebbe meglio farlo in spazi verdi come parchi, boschi e percorsi salute in mezzo alla natura, in quanto diventa davvero d’aiuto; oltretutto la mente, in momenti del genere, ha l’effetto di spostare l’attenzione su altro e ciò è veramente d’aiuto per allontanare ansia e stress.
  2. Allontanati dallo schermo: l’uso ininterrotto di dispositivi tecnologici come computer, telefoni e altri, sono associati allo stress alla perdita del sonno e alla depressione nelle donne. Assicurati di non usare nessuno di questi dispositivi, almeno un’ora prima di andare a dormire, in quanto essi influiscono sulla qualità del sonno.
  3. Ascolta la tua musica preferita: purché ci risulti piacevole, va bene qualunque genere, infonderà il cervello di neurochimici del buon umore come la dopamina. In genere, quella più consigliata da ascoltare è la musica di genere classico, la quale rallenta il battito cardiaco, diminuisce la pressione e persino la quantità di ormoni dello stress.
  4. Concediti qualcosa di buono da mangiare: con ovviata moderazione, un gelato, del cioccolato, una pizza, un calice di vino e quant’altro, possono essere un vero toccasana in un momento di stress. Alla fine si sa, il cibo se buono, rende inevitabilmente felici e dona un grande senso di soddisfazione. Anche semplicemente cucinarsi il proprio piatto preferito, può essere un ottimo rimedio da concedersi anche solo per dedicarsi del tempo e sentirsi appagati, fame parlando.
  5. Ridi: non c’è niente di meglio di una sana e buona risata per combattere l’ansia. Ridere fa aumentare la quantità di aria ricca di ossigeno che si respira, stimolando il cuore, i polmoni e i muscoli di tutto il corpo ed infine aumenta l’endorfina che rilascia il corpo. Si può dire, quindi, che ridere produce un effetto rilassante sul corpo e la mente, in grado di eliminare il cattivo stress accumulato.
  6. Assumi degli integratori: ad esempio, magnesio e potassio, che favoriscono un importante rilassamento muscolare e mentale, aiutando inoltre a regolare la pressione che aumenta nei momenti di stress. Oltretutto esistono anche altri tipi di integratori sempre di composizione naturale, che sono in grado, se assunti con costanza, a combattere l’ansia in particolare. Spesso e volentieri ne troviamo di tanti tipi in commercio, a base di infiorescenze naturali, ad esempio: l’Iperico, Rhodiola Rosea, Valeriana, Melissa, Camomilla, Lavanda. Si possono assumere sotto forma di bevande tipo thè, integratori tramite compresse ingeribili, diffusori di fragranze ambientali e quant’altro.
  7. Creati un hobby: è fondamentale crearsi una passione personale, che sia un passatempo qualunque, o comunque gesti ripetitivi nel creare o praticare qualcosa in particolare come: cucinare, cucire, lavorare la ceramica, disegnare, leggere, scrivere, fotografare, creare gioielli.
  8. Dedicati a un attività di volontariato: che sia per qualunque tipo di associazione di volontari, c’è sempre un buon motivo per farlo! Oltre che creare una certa soddisfazione personale, può essere davvero tanto importante e d’aiuto per il prossimo, che si tratti di; gente bisognosa senza lavoro e casa e che magari vive per strada, anziani  e bambini presso apposite strutture, animali.
  9. Pratica il tuo sport preferito: come ben si sa, dedicarsi a uno sport, magari al quale ci si è pure appassionati, può essere davvero appagante e rilassante. I più consigliati, sicuramente sono: yoga, correre, trekking, meditazione, nuoto, ciclismo, arti marziali, thai-chi-chuan ecc… Aiuta tanto anche praticare una corretta respirazione diaframmatica.
  10. Fai un bagno caldo: non c’è davvero niente di più rilassante di un bel bagno caldo, magari  con qualche goccia di una fragranza profumata versata in acqua, un po’ di musica rilassante di sottofondo e luci soffuse, ancor meglio sarebbe qualche bella candela profumata.
  11. Esci con i tuoi amici: è stato dimostrato,da determinati studi, che passare del tempo con gli amici più cari può ridurre la produzione di cortisolo. Inoltre le cose da fare insieme, possono essere davvero tante, ad esempio; andare al cinema, uscire a mangiare qualcosa; organizzare un viaggio o una festa ecc…sicuramente oltre che dedicarsi del tempo l’uno per l’altro, si dimostra un vero toccasana per l’umore, in quanto, inevitabilmente e solitamente, in compagnia dei propri cari amici, il divertimento e le risate, non mancano mai!
  12. Dedicati a del buon sonno: cosa assolutamente da non sottovalutare e dare per scontato, perché dormire bene e le giuste ore, è davvero molto fondamentale. Effettivamente non esiste un giusto numero di ore da dormire a notte, anche se solitamente vengono consigliate le 7 ore, però è abbastanza soggettivo come bisogno da soddisfare, in quanto c’è chi si sente più riposato dormendo di meno e chi di più. Dormire è importante poiché permette al cervello di rielaborare ciò che ha vissuto, in più l’organismo filtra ed elimina le sostanze nocive.

Commenti chiusi