COME CREARE UN ANGOLO DI STUDIO O DI LAVORO


Non riesci ad essere concentrato su quello che stai studiando? Sei sempre molto distratto dagli oggetti presenti sul tavolo? Quando sei a casa molti problemi ti impediscono di finire un lavoro?

Allora ciò che fa per te è un angolo di studio o da lavoro! Un angolo di studio è un posto in cui tu andrai ad effettuare, tutte le volte che sarà necessario, un ripasso o uno studio di qualsiasi materia; L’angolo da lavoro ha una funzione analoga.

Con la giusta attrezzatura, la giusta posizione, un po’ di organizzazione e un tuo tocco personale in modo da rendere tutto più confortevole e farti sentire molto più a tuo agio, ricavandoti così uno spazio tutto tuo in cui poter lavorare o studiare in pace e migliorando i tuoi risultati.

Passiamo nel vedere la prima parte di questa guida.

Attrezzatura

L’ attrezzatura per una scrivania da lavoro o studio, dev’ essere scelta da te in persona e anche provata se è necessario.

Perché dovrebbe essere provata? 

La prova serve perché più lavoreremo nel comfort e nella tranquillità riusciremo ad essere più produttivi e ad incrementare la nostra qualità dello studio o del lavoro.

È sconsigliato lavorare o studiare a letto, il letto concilia il sonno, e potresti addormentarti per poi svegliarti la mattina dopo avendo prodotto o studiato nulla.

Una scrivania e una sedia sono il tuo punto di partenza per il tuo angolo, una scrivania abbastanza spaziosa e una sedia che ti permette una giusta mobilità sono il miglior modo per iniziare a creare il tuo angolo.

Qualche consiglio utile per la postura:

  • L’ altezza della scrivania dev’ essere tale da poter appoggiare i gomiti senza dover incurvare le spalle e i piedi devono toccare per terra.
  • La tua sedia dev’ essere indubbiamente comoda, ma deve evitare questi movimenti: dondolare, reclinare e troppo movimento delle ruote. Occorre anche che siano regolabili all’ altezza della tua scrivania.

Queste accortezze sono tutte fatte per mantenere una giusta posizione alla tua schiena, evitando ogni volta dolori di qualsiasi tipo.

Avere una buona illuminazione sul tavolo da lavoro o di studio, è necessario ed un punto fondamentale della nostra attrezzatura da avere.

Oltre che lavorare dov’ è presente scarsa illuminazione potrebbe favorire il sonno, nonchè nuocere alla nostra vista, come d’ altro canto non si potrà avere una lampada a luce fluorescente perché rovina, anche questo, la tua vista.

L’ illuminazione è fondamentale ed è importante anche valutare, se c’ è la possibilità, di avere illuminazione naturale.

Attenzione però è vero che la luce naturale crea più tranquillità e serenità, la tentazione di buttare lo sguardo fuori e perdersi un attimo in altri pensieri è molto facile, considera di mettere tende o veneziane semitrasparenti.

Raccogliere tutto l’ occorrente per scrivere, disegnare, sottolineare, temperare ecc ecc.

Evitare di perdere tempo cercando il materiale che ci serve, oltre a guadagnare tempo, avere la situazione sotto controllo fa si che tu ti senta anche più rilassato e la qualità e la produttività aumenta.

Disponi tutto il materiale in appositi contenitori, per far sì che sia tutto in ordine e facilmente reperibile, come contenitori usa qualcosa simile a quello in foto, ma anche semplicemente dei bicchieri in cui mettere tutto dentro.

In mezzo a tutti questi oggetti, aggiungete anche una calcolatrice per i compiti di matematica o calcoli lavorativi, un dizionario tascabile per far si di trovare subito le parole di cui il significato non è chiaro, oppure semplicemente per correggere l’ ortografia di una parola.

Valuta l’ idea di mettere un orologio sulla tua scrivania, questa scelta è a totale discrezione tua.

La misurazione del tempo può aiutarti, ad esempio stabilendo intervalli temporali in cui riuscire a memorizzare o fare qualcosa, stabilizzare che devi studiare per un intervallo di tempo può essere un ottima idea per non distrarsi e lavorare per quel tempo per poi premiarsi con una pausa appena scaduto il timer.

In più l’ uso di un orologio può aiutarti in caso tu ti stia preparando per un test, per un interrogazione o per un intervento lavorativo a tempo definito. Imposta il timer e inizia a parlare o svolgere il test e vedi a che punto sei quando suona o quando hai finito.

Il ticchettio dell’ orologio di disturba? Prendine uno digitale e la questione non si pone!

Ordinare il proprio computer fa parte del processo di costruzione del tuo angolo di studio o lavoro.

Ma perché è così importante avere il computer ordinato?

Avere il computer ordinato è utile poiché per cercare qualcosa non dovrai impiegarci molto tempo.

Ti è mai capitato di non ricordare come hai salvato una bozza sulle note? oppure dove hai salvato importanti appunti di un corso dell’ università? Ecco questo è proprio il motivo per cui dovresti avere tutto in ordine, senza avere molta confusione e file sparsi nel computer.

Aiutati creando delle cartelle come ad esempio: Corso di Geometria 2019, Cantiere Bolzano 2020 ecc ecc. In modo da avere tutto pronto lì e che nel caso non trovassi, con la funzione cerca ritroveresti la cartella con tutte le informazioni necessarie.

Eliminare le distrazioni

 Un primo passo per eliminare le distrazioni è avere la scrivania in ordine, per cui il disordine dev’ essere zero.

Questo punto si allaccia perfettamente ai discorsi effettuati in precedenza, avere una scrivania organizzata ti aiuta esponenzialmente con il tuo lavoro.

Tieni a portata di mano solo lo stretto necessario e ogni volta che si ha finito di studiare o lavorare, mettere apposto tutto e riordinare la scrivania.

Come per il computer è necessario che venga effettuato un processo di riorganizzazione perché per i fogli volanti può essere anche peggio, utilizza raccoglitori, cartelle oppure semplici graffette che consentono di tenere uniti i fogli.

 L’ utilizzo del telefono e vivamente sconsigliato, essendo che è fonte di distrazione

È davvero molto difficile resistere alla tentazione di mettere via il telefono e non usarlo, ma diventa necessario in questi casi, nonostante la loro utilità durante lo studio possa risultare molto d’ aiuto, visto gli enormi passi avanti che fa la tecnologia.

Ma riporlo via è la cosa migliore durante lo studio, rinunciando anche ad utilizzarlo come calcolatrice.

Cerca per ciò di spegnerlo e di metterlo lontano dalla tua scrivania, se proprio non puoi spegnerlo mettilo in modalità silenziosa, con attive solo le chiamate in modo che se qualcuno abbia bisogno di te tu sia comunque reperibile.

Insieme alle molteplici distrazioni, si unisce anche il rumore che oltre che distrarre crea anche fastidio e impedisce di concentrarsi come si deve su ciò che si sta facendo.

Alcune persone, strano ma vero, riescono a lavorare bene con il rumore bianco di sotto fondo, (cioè il rumore di sottofondo come il brusio oppure il chiacchiericcio), come invece altre hanno bisogno di totale silenzio attorno, per poter lavorare con tranquillità. Cerca di capire cos’ è meglio per te e cerca di capire con quanto rumore tu riesca a lavorare o a studiare.

Ricordati che il multitasking, non è il miglior metodo per studiare e neanche per lavorare cerca di spegnere la televisione oppure di cercare di non farti distrarre da essa. Prova anche a studiare con la musica cercando di creare attorno a te una situazione di calma e tranquillità. Se è possibile, per la musica, non utilizzare le cuffie potrebbero creare fastidio.

Mangiare qualcosa mentre si studia o si lavora, sono attività che richiedono attenzione e mangiare può causare distrazione.

Ma soprattutto è facile cascare in alimenti dannosi al nostro corpo, invece anche in questo caso, ci sono alimenti che aiutano e altri che non aiutano per niente: ad esempio il caffè e le bevande zuccherate vanno bene, ma con un consumo limitato, il troppo consumo può causare nervosismo e potresti non studiare bene.

Lo spuntino riservalo per i momenti di pausa, stabilisci nel tuo programma di studio o di lavoro, una pausa cibo o caffè in base alle tue esigenze; soprattutto queste esigenze non vanno ignorate, se hai bisogno di una pausa e di un caffè fermati un attimo, rilassati e goditi il tuo caffè e successivamente torna a lavoro o allo studio.

Personalizza il tuo angolo di studio o lavoro

Cerca di ricavare il tuo spazio in un’ ambiente che rispecchi e si adatti alle tue esigenze, se hai bisogno di un posto in cui ci sia molto silenzio, un attico, una cantina, una stanza da letto vuota, qualsiasi ambiente disponibile.

Se il posto non può essere sempre la riservato allo studio, fai in modo che gli altri che utilizzano questo posto lo trattino bene e te lo facciano trovare come l’ hai lasciato.

Abbelliscilo anche affinché ti stimoli nello studiare o lavorare aggiungi foto o poster, che ti carichino e ti incitino a non mollare in qualsiasi cosa tu stia facendo, assicurati che non diventino oggetto di distrazione.

Chiediti quale tipologia di stimolo ti serve e funziona maggiormente per te. Una foto dei tuoi cari, una foto del tuo cucciolo, una foto di un tuo desiderio futuro o la foto dei test ed esami andati male in modo che ti stimolino a fare meglio; decidi e cerca di capire quali siano gli stimoli che ti aiutano di più , sia positivi che negativi, per migliorare ed incrementare il tuo studio o lavoro.

È importante anche ascoltare i propri sensi, se il tuo angolo parte da zero e hai la possibilità di dipingerlo tieni a mente questi fattori: è stato dimostrato che i colori freddi come il viola, blu e verde trasmettono tranquillità e pace, mentre i colori caldi come il rosso, arancione e giallo forniscono un effetto stimolante ed addirittura eccitante.

Se sei solito farti prendere dall’ ansia durante il periodo d’ esame è consigliabile optare per i colori freddi, mentre invece se hai bisogno di maggior stimolo i colori caldi sono quelli che fanno al caso tuo.

Anche gli odori, è stato provato che trasmettono tranquillità e serenità, alcune essenze come: gelsomino, limone, lavanda e cannella migliorano la produttività e l’ umore alle persone che lavorano o studiano. Prova ad usare qualche tipologia di candela profumata per provare a capire se ti può essere d’ aiuto.

Ricordati anche di non esagerare con la progettazione del tuo studio, se si esagera troppo si rischia di perdere troppo tempo con la preparazione piuttosto che nello studio o nel lavoro vero e proprio. Se vuoi farlo in maniera perfetta è consigliabile progettarlo e prepararlo in un momento scarico d’ impegni, così da non andare a ridurre e togliere tempo al vero scopo di quest’ angolo.

Consigli

Anche la temperatura agisce sul tuo modo di lavorare o studiare, un posto freddo potrebbe causarti un rallentamento delle funzioni cognitive, mentre un posto troppo caldo potrebbe crearti sonnolenza. Cerca di creare il tuo angolo in una posizione in cui la temperatura sia circa di una ventina di gradi.

Ricordati anche dell comfort e della comodità che questo posto deve avere, essendo che più risulterà confortevole più per te sarà facile ottenere buoni risultati. Soprattutto l’ attrezzatura che userai, in particolare la sedia e scrivania, fa si che siano comode e che non ti facciano affaticare la schiena.

Gli studi hanno anche dimostrato che studiare in un ambiente tranquillo è meglio, per cui la TV dev’ essere rigorosamente spenta, e nel caso tu ti voglia aiutare con la musica ricordati di farlo ad un volume ragionevole senza esagerare, e di ascoltare musica che ti rilassi e non che ti agiti.

Anche le pause sono importanti ritagliati 5-10 minuti di stop allo studio o al lavoro, in modo da ripartire più fresco, attivo e concentrato, in questa pausa mangia un po’ frutta, oppure prendi un caffè o un bicchiere d’ acqua, ti aiuteranno a ripartire meglio.

La personalizzazione conta moltissimo nel impatto che ha su di te, le foto e i tuoi oggetti possono crearti sensazioni e stimoli che ti possono aiutare ad essere più produttivo.

L’ intensità della luce, anche questa ha un impatto forte, e in base all’ attività che devi svolgere conviene averla di un certo tipo ed è importante non sforzare troppo gli occhi perché se no poi rischi di rovinarti la vista, ti fa venire mal di testa e causa molti altri problemi come il mal di testa.

Ricordati anche che il tuo angolo studio dev’ essere sempre utilizzabile, ordinato e pulito. Che senso ha avere e non utilizzare questo angolo? nessuno. Se sei costretto a dividerlo con altre persone formate un programma e delle regole da seguire in modo da sapere quando usarlo, ma soprattutto che tutti sappiano come usarlo e come trattarlo.


Commenti chiusi