COME TRASFERIRSI IN AUSTRALIA


Già da moltissimi anni l’ Australia sta diventando la meta da sogno, anche il numero di italiani che si trasferiscono in Australia è molto alto, pensate che annualmente sono circa cinquanta mila gli italiani che partono con l’ obbiettivo di trasferirsi nell’ isola situata in Oceania. La maggior parte delle persone che va in Australia inizialmente lo fa con uno scopo di semplice turismo oppure semplicemente per lavorare qualche mese grazie al visto working holiday (lo vedremo nel dettaglio più tardi).

Andiamo a vedere qualche informazione riguardante questa nazione:

L’ Australia è il sesto paese al mondo più esteso, con i suoi 7 688 287 km² molti dei quali sono ricoperti da dei deserti; è la nazione più grande dell’ Oceania; le città principali sono: chiaramente la capitale Canberra, poi c’ è la città più popolata che è Sydneyseguita da un’ altra città famosa Melbourne, seguite poi da altre metropoli altrettanto famose come Brisbane, Perth e AdelaideAndiamo a vedere nel dettaglio le cinque migliori città elencate:

Sydney: La maggior città dell’ Oceania che conta la bellezza di quasi cinque milioni di abitanti. La città presenta tantissimi svaghi tra la cultura con i moltissimi musei come quello della scienza oppure con la musica con la maestosissima Opera House, ma nel caso la cultura non faccia al caso vostro potrete andare in spiaggia e divertirvi oppure scegliere tra la vastissima gamma di locali e ristoranti;

Perth: Esattamente alla stessa latitudine di Sydney ma sull’ altra costa troviamo Perth. Questa città nonostante abbia un bagaglio culturale ampio presenta anche un paradiso per gli amanti della natura con la presenza di parchi, spiagge e moltissimi animali, infatti è presente un isola qualche km dopo Perth dov’ è possibile nuotare sulla barriera corallina;

Adelaide: In mezzo tra Sydney e Perth, troviamo Adelaide la capitale dell’ Australia Meridionale. È considerata la città delle chiese essendo che molte culture passate per questa città hanno instaurato luoghi di culto, ma anche la vita notturna con i moltissimi bar, lo shopping e la natura con il famosissimo Zoo di Adelaide e il Giardino Botanico;

Melbourne: Seconda città dell’ Australia è considerata da molti la capitale culturale dell’ Australia, questa città è anche considerata da molti la capitale dello sport, infatti non a caso il mondiale di Formula uno inizia proprio da qui, oltre a cultura e sport è presente anche una bella movida grazie ai locali, bar e ristoranti ma è anche presente una vastissima natura tutta da esplorare.

Ora che le città più famose sono stante elencate non ci resta che scegliere la meta!

Prima di parlare di documenti e visti e costo della vita andiamo a vedere assieme i pro ed i contro di trasferirsi in Australia:

Pro e contro di trasferirsi in Australia

Moltissime persone che desiderano andare a vivere in Australia si domandano come si veramente vivere lì, perciò ecco una prima lista in cui troviamo i dieci pro per andare a vivere in Australia, nella seconda invece troveremo i dieci contro.

Iniziamo con i Pro:

  1. L’ Australia è un paese multiculturale accogliente: gli stranierei che si trasferiscono in Australia sono davvero tantissimi e questo numero è alto grazie al visto Working Holiday, che permette di lavorare in Australia per un anno intero;
  2. Economia solida: L’ Australia rispetto ad altri paesi dopo il duemilaotto, non ha subito alcuna crisi globale; questo è grazie alla sapienti manovre economiche attuate, che hanno puntato al miglioramento ed al consolidamento del settore agricolo e minerario che hanno portato ricchezza, insieme anche all’ edilizia;
  3. Altissima qualità della vita: Questo magnifico stato si trova nella top ten dei paesi con la miglior qualità della vista (per la precisione si trova al settimo posto). Tra tutte le città quella che spicca di più è Melbourne che con la sua attenzione all’ ambiente, alla salute, all’ istruzione, all’ economia del paese, all’ efficienza dei servizi;
  4. Città moderne con molta natura incontaminata: L’ Australia è una nazione davvero completa poiché oltre le grandi città presenta anche una vastissima parte di natura davvero pazzesca, tra deserti, spiagge e parchi;
  5. Ottima istruzione: Pensate che ben circa mezzo milione di studenti provenienti da tutto il mondo hanno scelto di intraprendere una carriera scolastica in Australia, ed è considerata la nazione perfetta per proseguire gli studi;
  6. Trovare lavoro è semplice e molto veloce: Le statistiche riportano che l’ Australia è il paese che possiede un tasso di disoccupazione davvero basso ovvero circa il cinque per cento. Basti pensare che su tre lavoratori uno è straniero, per cui gli stranieri sono pienamente integrati nel mondo lavorativo Australiano.
  7. Comunità italiana in crescita: Considerando che l’ Australia è al decimo posto dei paesi con maggiore emigrazione di italiano, infatti come detto anche in precedenza sono circa cinquanta mila gli italiani che annualmente cercano fortuna in Australia, inoltre il numero attuale di italiani attualmente in questo stato è di circa centosettantacinque mila;
  8. Stipendi più alti: Questo punto va chiaramente a pari passo con il fatto che l’ Australia è un paese molto caro, però si possono arrivare a guadagnare fino a 1500 dollari australiani mensilmente per chi lavora bene ed ha un lavoro richiesto;
  9. Clima perfetto: Il clima è tutto sommato molto caldo, chiaramente rispetto all’ Italia, al Nord e sulla costa Ovest è talmente caldo che quasi non esiste l’ inverno. L’ Australia presenta così un clima perfetto per coloro che amano le attività all’ aria aperta;
  10. Molti eventi culturali: È difficile annoiarsi se si sceglie una metropoli come meta. Ogni weekend ci sono molti festival d’ arte, di musica, di cucina e anche moltissimi eventi sportivi;

Passiamo ora ai Contro:

  1. Tornare in Italia sarà costoso: Ci sono molti paesi dove si può decidere di andare e l’ Australia è molto lontana per cui il costo sarà sicuramente maggiore;
  2. Addio alle gite fuori porta: In Italia si riescono a trovare voli anche per stare all’ interno della nazione oppure per andare fuori da essa in maniera piuttosto economica, in Australia non è così anche per viaggiare all’ interno della nazione i prezzi non sono economici;
  3. Visti e permanenze: I requisiti da ottenere per riuscire ad entrare in Australia sono abbastanza facili, ma per quanto riguarda i requisiti per rimanere è tutto il contrario; inoltre se la tua età supera i trentuno ani non sarà possibili ottenere il famoso visto working holiday ed è più difficile ottenere un visto per chi possiede quel’ età;
  4. Animali pericolosi: Il lato naturale è bello quanto pericoloso infatti l’ Australia presenta moltissimi animali pericolosi facilmente incontratili, come ad esempio: scorpioni, serpenti, ragni ecc.. Insomma nel caso abbiate particolari fobie non è consigliabile andare in Australia;
  5. Molta concorrenza: Il rovescio della medaglia delle molte opportunità e anche quello della concorrenza; infatti potrebbe essere facile trovare lavoro se ti presenti con una laurea e con delle esperienze lavorative nel campo, ma la concorrenza è davvero ad alto livello infatti oltre che a competere con gli australiani ben preparati dovrete fare i conti con anche le altre persone giunte in Australia;
  6. Paese molto giovane: Essendo molto giovane come paese, volte sembra di avere l’ impressione che non ci sia base e cultura, al contrario dell’ Europa che in passato è stato il fulcro di moltissime influenze artistiche e storiche;
  7. Il bush: Il bush è quella parte deserta appena fuori dalle città e abituarsi a vivere lì potrebbe essere molto complicato e richiede moltissimi sacrifici;
  8. Costo della vita molto alto: L’ Australia in generale è un paese molto costoso, come detto anche in precedenza il guadagno è alto ma la vita costa. Le città come Sydney e Melbourne sono davvero molto costose e senza un lavoro può essere davvero difficile sopravvivere;
  9. Il lavoro in nero: Anche l’ Australia presenta il suo lato illegale riguardante il lavoro in nero, infatti molte persone che si presentano con il visto working holiday oppure sceglie di andare a lavorare in una fattoria, è presente il pericolo di non essere messi sotto contratto essendo assunti “in nero” senza tutela, oltre che essere chiaramente sottopagati;
  10. La sanità: La sanità in Australia esiste una copertura base, ma per aver un adeguata copertura sanitaria dovrete stipulare una polizza con un assicurazione privata;

Documenti e visti necessari:

Andiamo ora vedere quali sono i documenti necessari e tutti i visti che si possono ottenere per entrare e stare nel paese:

Il primo documento da controllare, è il passaporto chiaramente dev’ essere valido e non caso non si siano in possesso di questo documento, sarà necessario averlo in quanto la semplice carta d’ identità non sarà sufficiente neanche per partire.

Successivamente il controllo dei propri documenti, inizia subito una ricerca di che tipo di programma scegliere in Australia, questa ricerca può essere effettuata sul sito del governo Australiano alla sezione immigrazione; i programmi con cui ottenere un visto sono davvero molto differenti e ce ne sono di davvero moltissimi tipi, solitamente questi programmi sono volti a portare in Australia persone che hanno particolari qualifiche. Infatti lo stato ha un programma molto chiaro sull’ immigrazione, che tende a portare più professionalità all’ interno del proprio stato.

Per vivere un periodo limitato in Australiana, esiste un visto chiamato working holiday che ci consente di rimanere all’ interno dello stato per un anno ed è possibile averlo solamente se si ha un età compresa dai diciotto ai trenta, per i viaggiatori che si sono innamorati di questo paese è possibile rinnovare per un secondo o anche un terzo.

Se si hanno più di trent’ anni è possibili avere un visto Student visa, le possibilità sono chiaramente molto limitate; questo visto ha un costo della cifra di circa quattrocento euro, non presenta alcun limite d’ età, può essere richiesto solamente una volta e ci permette di lavorare legalmente venti ore settimanali se si ha un lavoro part- time oppure quaranta, sempre settimanali, se si ha un lavoro a tempo pieno durante il periodo di sospensione dei corsi universitari.

Costi della vita

Abbiamo accennato qualcosa anche prima, riguardante il fatto che l’ Australia ha un costo elevato e per nulla a buon mercato.

Per le prime settimane bisognerà gestire con cura le spese, sia economiche che logistiche, specialmente se si è appena arrivati e si è alla ricerca di un lavoro, e per trovare un lavoro potrebbero volerci una settimana o anche un mese e maniere le spese potrebbe essere difficile.

Per farci un’ idea di quanto costi la vita, andiamo a vedere qualche dato: prendiamo in considerazione la città di Sydney che presenta un costo più elevato del venticinque / trenta per cento rispetto alla nostra capitale Roma, ed è ancora più alto per le città come Bologna, Torino, Milano e Napoli. Infatti se dovessimo paragonare in soldi ci servirebbero per mantenere uno stile di vita, se a si è in affitto nella città di Roma e si spendono circa quattro mila euro a Sydney ci serviranno circa cinquemila euro in più per mantenere lo stesso tenore di vita.

I prezzi al consumo a  Sydney sono più alti del dodici per cento rispetto a Roma, mentre per quanto riguarda gli affitti in percentuale si raggiunge il ventisei per cento in più e anche la spesa ha la stessa percentuale.

Valutiamo anche le altre città ad esempio Melbourne che è leggermente più economica; mentre Perth è addirittura più costa di Sydney, questo causa le ottime condizioni del mercato del lavoro. Brisbane, invece, è più economica di Sydney per quanto riguarda la spesa ma ha un prezzo elevato per quanto riguarda i ristoranti; anche la città di Adelaide è molto più economica di Sydney essendo che gli affitti costano in meno ben il novanta per cento, ma purtroppo a Adelaide e Brisbane hanno stipendi più bassi rispetto a Sydney del quindici / venti per cento in meno.

 


Commenti chiusi