Come prendersi cura del proprio cane


Se si sta valutando l’ idea di prendere un cane, è importante conoscere ed avere le idee ben chiare sulle problematiche che esso può dare, ma anche di tutte le cure che necessita.

I cani sono animali davvero affettuosi, leali e ricambiano sempre l’affetto e le attenzioni che gli vengono dedicate; tutta via necessitano di cure ed attenzioni particolari per far sì che rimangano felici e sani.

Per cui se sei davvero intenzionato a portare a casa un amico a quattro zampe è bene conoscere e avere tutte le precauzioni del caso, per riuscire a garantire al cane la sicurezza al 100%, ma anche alla tua famiglia.

Prepararsi prima di accogliere un cane

Il primo passo è quello di predisporre la casa per l’arrivo del nostro amico in quanto, anche se molti oggetti possono sembrare innocui, il cane sarà incuriosito e ci andrà attorno, segui questi punti per capire come fare:

  • Individuare zone e pericoli: all’ interno e all’ esterno della casa sono presenti pericoli per il nostro nuovo amico, e dovremmo tutelarlo contro essi, quindi intanto si inizia con limitare la zona, per cui impedirgli l’ accesso. Mentre per quanto riguarda gli oggetti pericolosi possono essere, detergenti per la casa, veleni per topi, insetticidi e fertilizzanti.
  • Piante: le piante sia da interno che da esterno, possono essere molto pericolose e tossiche per la salute del cane; la tipologia di pianta che potrebbe causargli disturbi e malessere sono: rododendri, crisantemi e oleandri. Se si è in possesso di determinate piante in casa, sarà necessario contattare un veterinario o controllare online, se le piante di cui si è in possesso possono causare disturbi al nostro animale.
  • Cibi e medicinali: chiaramente i farmaci umani sono altamente nocivi per i cani, per cui cercate di conservarli in modo che lui non riesca a raggiungerli; ma un occhio di riguardo va al cibo, alcuni alimenti sono molto pericolosi per gli animali ad esempio: la cioccolata, le cipolle, l’uvetta, le gomme da masticare, il pesce possono essere tossici e vanno tenuti al di fuori della loro portata.

Preparare una zona per il cane

Prima di portare a casa il nostro nuovo amico, sarà necessario individuare e allestire per lui una zona in cui trascorrerà la maggior parte del suo tempo. È importante che fin dal suo arrivo gli siano imposte queste restrizioni, in modo da non creargli confusione.

La zona dovrà essere allestita e preparata a dovere, come la zona in cui lui potrà giocare e fare attività fisica; Inizialmente dovrà essere una zona stretta e limitata per poterlo controllare, capire che tipo di comportamento possiede, col tempo imparerete a conservi e ad avere più confidenza.

Un’ altra importane zona da specificare sarà quella in cui lui riceverà cibo e acqua, il luogo dev’essere chiaramente pulito e in ordine. Una volta individuata questa zona sarà necessario mantenere sempre quella zona e fargli trovare sempre i viveri necessari.

In seguito alla scelta di queste prime due zone, andrà individuata anche la zona notte; molte persone sono molto permissive con gli animali lasciandoli anche dormire nel letto con loro o sul divano, mentre altri predispongono una cuccia dove andrà a riposare e dormire. Tenete conto che se lo abituerete a dormire sul letto con voi sarà molto difficile abituarlo ad andare a dormire da altre parti.

La taglia del tuo cane, il suo comportamento e le sue abitudini comportamentali, devono essere proporzionate allo spazio di cui avrà bisogno per giocare e fare movimento fisico.

L’equipaggiamento necessario

Con l’arrivo del cane, è necessario attrezzarsi con alcuni oggetti appropriati per garantire la sicurezza, la pulizia, il trasporto e chiaramente il bisogno di cibo e acqua.

Cos’è necessario comprare o avere prima che il cane arrivi a casa? 

Gli oggetti che più ci servono per far si che il nostro animale trovi tutti i comfort necessari per lui sono:

  • Guinzaglio: per poter andare a fare un giro e fargli fare dell’attività fisica in completa sicurezza. È necessario che sia adatto alla sua stazza e alla sua forma;
  • Cuccia: nel caso in cui non si faccia dormire con se il proprio animale domestico, bisognerà provvedere all’ acquisto di una cuccia ( anche questa dev’essere adatta alla grandezza del cane ).
  • Cibo e ciotole: Per quanto riguarda le ciotole è relativamente semplice bastano due contenitori appositi per acqua e cibo; ma per il cibo bisognerà essere al corrente di che tipo di nutrimento necessita il cane. Se si è al corrente di cosa mangiava prima, bisogna riproporgli il cibo che mangiava in precedenza senza stravolgere la sua alimentazione almeno per i primi tempi; dopo nel caso in cui si voglia cambiare alimentazione è necessario che venga fatto con calma e nell’arco di 5/7 giorni.

Questa prima parte di organizzazione e preparazione dev’ essere svolta con particolare attenzione e criterio, soprattutto se nella famiglia in cui si andrà ad avere un cane sono presenti anche bambini piccoli.

Soddisfare i bisogni primari del cane

Soddisfare i bisogni primari del nostro animale e prenderci cura di lui, dev’ essere la tua priorità.

Partiamo dalla sua alimentazione che è la parte fondamentale per garantire al nostro cane una vita sana, vediamo gli alimenti di cui possiamo servirci.

Il cibo possiamo anche cucinarlo noi, prendendo carne o altri alimenti, che gli garantiscono il giusto approdo di energie; evita di dargli cibo troppo zuccherato, cibi fritti o altri cibi che per noi sono molto buoni ma per il nostro animale domestico sono nocivi, Soprattutto evitate il cioccolato e il pesce.

Il cibo è chiaramente proporzionato alla grandezza e alla stazza del cane, che necessita di determinati cibi e una determinata dieta con cui il nostro cane riesca a soddisfare il suo appetito e che nel frattempo gli venga fornita cibo sano.

Importantissima è anche la regolazione e gli orario a cui noi gli forniremo il cibo: i cani più giovani e più piccoli mangiano più volte al giorno, poi con il passare del tempo e la sua crescita si riuscirà a diminuire i suoi pasti ad due volte al giorno. È normale che i cani invecchiando diventano molto passivi e magari vanno a mangiare solo una volta al giorno.

Cerca di nutrire il tuo animale sempre agli stessi orari in modo, da abituare il nostro amico a quattro zampe, questo lo aiuta a capire quando è il momento di mangiare e di capire e gestire meglio il suo peso.

Tenete sempre controllato il suo appetito e le sue abitudini alimentari, misurando e pesando il cibo che gli viene fornito, un buon modo per tenere monitorato il peso e la sua silhouette. Sebbene in alcune razze più attive e con determinate corporature vedere le costole è normale, per alcuni vuol dire che stanno ricevendo un alimentazione sbagliata e dovranno rivedere la sua alimentazione, allo stesso modo non vedere le costole è sintomo di sovralimentazione. Se hai dei dubbi consulta subito il veterinario che ti consiglierà come agire e come cambiare la dieta del tuo cane.

È importantissimo che il nostro cane abbia sempre la ciotola dell’ acqua piena in modo che lui sia sempre libero di bere, è molto importante anche far sì che l’acqua sia sempre fresca per soddisfare la sua esigenza di acqua fresca per rinfrescarsi.

Assicurarsi che il tuo cane possa fare e svolgere molto esercizio fisico. I cani devono poter correre e giocare per rimanere in forma, sani e felici, bisogna portare i propri cani a fare una passeggiata tre volte al giorno, sia per i suoi bisogni, sia per tenerlo movimento. Se si riesce è bene trovare un posto in cui lasciarlo libero e farlo correre e giocare con voi senza guinzaglio, in modo da capire anche la sua ubbidienza ai vostri comandi.

Se non si fa abbastanza attività fisica, il cane può arrivare ad annoiarsi che possono causare problemi comportamentali anche distruttivi; inoltre potrebbe avere problemi di salute legati al peso o di altro genere, e curare un cane non è proprio economico, evita di arrivare a quel punto ed evita di spendere moltissimi soldi.

Mantenere il cane in salute e pulito

Fare una toelettatura e mantenerlo pulito, è necessario mantenere il suo pelo sempre pulito, sopratutto per una questione igienica per prevenire e curare sia le malattie che potrebbe avere l’animale stesso, sia le malattie che si possono contrarre.

Ogni razza va curata in modo diverso, e in base al pelo che possiedono: i cani andrebbero spazzolati una volta alla settimana, ma razze on il pelo più lungo richiedono che sia fatto con meno frequenza. Anche la tosatura ha la sua importanza in quanto alcune razze potrebbero risentire molto del caldo in estate e del freddo in inverno.

Mentre si effettua la spazzolatura, controllate anche se sono presenti zecche o pulci nel pelo del vostro cane, e rimuovetele con spazzole apposta oppure con collari farmaceutici, che eliminano esse e garantiscono una salute e una vita migliore.

Successivamente al discorso della pulizia, arriva inevitabilmente quello salutare di visite mediche, vaccinazioni.

Sottoporre regolarmente il tuo cane a visite mediche per capire che tipologia di problemi ha, o anche solo per evitare che abbia problemi di qualsiasi tipo.

Il check up che di solito il veterinario applica durante una visita, è quella di un esame fisico, l’analisi delle feci ed un esame per la filariosi; nel caso in cui il veterinario abbia qualche sospetto potrà richiedere l’ esame del sangue.

Assicurarsi anche le vaccinazioni necessarie, che renderanno il tuo cane immune a determinate malattie come la rabbia. Soprattutto nel caso in cui vengano adottati o presi dei cuccioli, è necessario andare subito dal veterinario per capire meglio la sua situazione, oppure sapere con certezza quando sono state fatte le ultime vaccinazioni e le ultime visite mediche.

Valutare anche la sterilizzazione, una procedura che evita le gravidanze inaspettate e anche delle malattie che riguardano l’apparato di riproduzione e varie ghiandole che compongono l’organo, oltre ad evitare e prevenire tumori ai testicoli, problemi alla prostata, e anche molti atteggiamenti e comportamenti aggressivi nei maschi; nelle femmine riduce notevolmente i problemi di tumori mammari e si evitano le infezioni o al cancro all’ utero.

Dopo aver conosciuto bene il tuo cane, e aver capito le sue abitudini e necessario essere constante nel mantenere in forma ed in salute il tuo cane, si può controllare lo stato di salute del tuo cane tramite le feci, controllate anche la bocca, i denti, gli occhi e orecchie in modo da individuare i problemi il prima possibile.

Addestramento e ubbidienza del cane

 L’ addestramento è una delle prime cose da imporgli, in modo da renderlo da subito ubbidiente e tranquillo.

Stabilire un programma di uscite, in modo che lui inizi ad abituarsi alla routine, per i cuccioli questa cosa cambia dato che devono uscire spesso i primi tempi prima di decidere la routine delle 3 uscite al giorno.

È importante che sin dai primi giorni inizi a capire il significato di alcune parole come andiamo, per indicare che sta per andare a fare una passeggiata; ma soprattutto della parola no in modo da fargli capire quando sbaglia, e ricompensatelo e lodatelo se si comporta bene in modo che lui sappia che determinate cose non vanno fatte, soprattutto non siate mai maneschi o aggressivi con lui in quanto potrebbe intimorirsi di voi.

Insegna al tuo cane a giocare educatamente, solitamente i cani sanno e riescono a giocare con tranquillità, ma alcuni graffiano e mordono troppo facendo così del male a chi gioca con loro; quindi è importante che gli venga insegnato e che ogni volta vengano ricompensati in modo da far sì che giochino sempre così aspettandosi la ricompensa.

Insegna anche al tuo cane di evitare di abbaiare troppo; è vero che loro lo utilizzano per comunicare ma alcuni tipi di latrato richiedono interventi altri no. Ci sono alcune linee guida per insegnare al tuo cane di non abbaiare per qualsiasi cosa già chiudendo ed isolandolo da stimoli esterni il suo abbaiare dovrebbe diminuire.

Non urlargli contro mentre abbaia, così pensa che lo stai facendo anche tu per cui continuerà a farlo; soprattutto se abbaia per attirare l’attenzione non considerarlo così facendo smetterà di abbaiare da solo.

Insegna qualche comando, i comandi anche solo quelli base come sedersi, restare fermo oppure avvicinarsi, sono molto utili per far sentire l’animale al sicuro; in più questi comandi lo aiutano a capire il proprio ruolo che ha nel vostro rapporto. Altri comandi possono esser un modo simpatico per giocare ed interagire con lui.


Commenti chiusi