COME SCEGLIERE LE CUFFIE


Le cuffie da molto tempo a questa parte sono sempre più presenti nelle nostre case e nei nostri luoghi di lavoro, che il nostro utilizzo sia legato al semplice ascoltare la musica, oppure anche il ricevere e chiamare senza dover stare con il telefono in mano.

Col avanzare della tecnologia si nota che questi oggetti acquisiscono sempre più complessità, donandoci di più funzioni come ad esempio: attivare il comando vocale di Siri o di Google, cambiare canzone con un tocco, alzare o abbassare il volume; ma oltre a queste funzioni abbiamo notato che c’ è sempre una ricerca più frenetica nel voler incrociare il bel design alla qualità del suono.

Ma come valutiamo se una paio di cuffie è giusto per noi?

Come prima cosa dovremo guardare all’ utilizzo che ne andremo a fare, essendo che se noi abbiamo bisogno di un paio di cuffie esclusivamente per ascoltare musica o da utilizzare durante i viaggi e trasferte possiamo puntare a modelli di media qualità, ma se il loro utilizzo non è esclusivamente per l’ ascolto di musica ma anche per lavoro, come ad esempio un tecnico commerciale che passa molto tempo al telefono oppure in un qualsiasi lavoro in ambito musicale, dovremmo effettuare la nostra scelta in maniera molto accurata e cercando di capire su quali aspetti puntare mentre quali invece è meglio lasciare stare.

Quali sono le caratteristiche da guardare in un paio di cuffie?

le caratteristiche da guardare sono:

  • Impedenza: questo valore fa riferimento ad una resistenza che il suono incontra prima di uscire in cuffia. Più la grandezza di questa resistenza sarà elevata maggiore sarà la qualità del suono che riusciremo a sentire. Il valore di questa resistenza parte dai sei ohm a sei milli ohm, questo valore dipende molto anche dal’ amplificatore a cui andremo a collegare le nostre cuffie;
  • Lunghezza banda: il suono presenta moltissime frequenze e le nostre cuffie devono essere in grado di riprodurre il suono il più pulito possibile. L’ orecchio umano può riuscire a udire frequenze che partono dai venti Hz che arrivano fino ai venti KHz e chiaramente con l’ avanzare della vecchiaia questo valore si abbassa. Non sempre una banda lunga ti consentirà di avere un bel suono, poiché se le tue cuffie saranno in grado di riprodurre bene le frequenze basse, il suono che udirai sarà molto corposo con ottimi bassi; mentre se le cuffie scelte saranno in grado di riprodurre frequenze alte, il suono che udirai sarà più brillante;
  • Sensibilità: questo dato si riferisce alla potenza che le cuffie sono in grado di sprigionare, questa potenza è misurata in decibel ( db). Più questo valore sarà alto più il suono sarà più pulito, per cui nel caso noi alzassimo al massimo il volume dal nostro dispositivo più il suono non subirà alcuna distorsione e rimarrà pulito. La scelta della qualità è da prediligere sempre, poiché sentire un suono che sgrana non è mai piacevole soprattutto durante delle chiamate ma anche durante l’ ascolto dei propri brani preferiti;
  • Grandezza: la grandezza anche se sembra un fattore trascurabile non lo è, poiché un paio di cuffie più grandi sono sempre migliori ma questo fattore si scontra con un altro fattore importante la comodità che chiaramente è solitamente preferito alla grandezza; ma non è propriamente vero essendo che alcune cuffie ci consentono di coprire pienamente l’ orecchio per garantirci un suono altamente migliore. Questo fattore è particolare poiché sta alla persona che andrà ad acquistare le cuffie scegliere;
  • Peso: come la grandezza anche questo fattore è da valutare in base all’ utilizzo che andrai a fare delle tue cuffie, se sei abituato ad usarle molto spesso e a portarle per molto tempo, è consigliabile la scelta di cuffie molto leggere per permetterti di non affaticare il collo e la testa. Un ruolo fondamentale per questo fattore lo giocano i materiali con cui sono formate le nostre cuffie;
  • Connettività: la connettività diventa sempre più un problema per gli amanti del jack, poiché molti dispositivi stanno cercando sempre di più l’ utilizzo del bluetooth per cui l’ unico modo è quello di comprarsi un adattatore cavo AUX ad attacco di tipo C Usb. Le cuffie che possiedono la capacità di collegarsi con il bluetooth è davvero una comodità smisurata poiché i problemi che possono essere legati al jack non ci sono, in più non essendoci il filo non ci sarà il problema che possano impigliarsi in qualche oggetto e scivolati dalle orecchie; ma attenzione valutate bene che tipologia di bluetooth sono in possesso le vostre cuffie è consigliabile che la versione di bluetooth, è consigliabile che la versione sia quella del bluetooth 5.0;

Che tipologia di cuffie esistenti

Dopo aver visto le caratteristiche che le cuffie devono avere, andiamo a vedere la tipologia di cuffie che esistono a partire dai semplici In- ear (auricolari) alle Over- ear (cuffioni).

Le cuffie di tipo In- ear sono le più comuni, infatti di questa famiglia fanno parte anche le cuffie bluetooth. Nel mercato delle cuffie ne troviamo davvero moltissime, ma anche qui ci sono delle gerarchie che vengono anche dettate dai prezzi che i nostri auricolari avranno; infatti cuffie della tipologie In- ear possiamo trovare modelli che hanno un costo basso ad esempio auricolari come quelli del tipo classico, col filo della Sony o della Cellular line che hanno un costo inferiore ai dieci euro, ma troviamo anche modelli molto più costosi come ad esempio le cuffie base della Apple che hanno un costo di circa venticinque euro oppure cuffie ancora più care come le  Razer Hammerhead che hanno un costo di circa cinquanta euro; ma ci sono anche cuffie che possono arrivare a costi molto elevati come ad esempio: le cuffie bluetooth della Apple che presenta due modelli i primi sono gli AirPods che hanno un costo di circa duecento trenta euro, i secondi sono gli AirPods Pro che hanno un costo di duecento ottanta euro. Ma non tutte le cuffie presentano costi così elevati, bensì ci sono cuffie ad ottimo mercato con prezzi molto buoni, bisogna anche ricordarsi che per questo tipo di cuffie se l’ uso è davvero quotidiano e molto prolungato dobbiamo cercare di acquistarle che abbiano un prezzo tra i venti euro ed i sessanta, andiamo a vedere alcuni degli auricolari migliori: I primi sono i Beats urBeats 3 che hanno un costo di circa sessantacinque euro; Sennheiser 506231 Momentum in-ear che hanno un prezzo di circa sessanta euro; gli auricolari base della Apple che hanno un costo di circa venti euro; gli auricolari bluetooth della AUKEY ottimi tenendo conto che hanno un prezzo di circa quaranta euro.

Vediamo ora le cuffie Over- ear, queste cuffie sono più grandi e più pesanti ma a livello di qualità audio queste sono davvero le migliori, infatti presentano anche un costo più elevato dei semplici auricolari; anche in questo caso esistono le due tipologie con il cavo e con il bluetooth. Le marche che presentano questi prodotti sono davvero moltissime infatti troviamo nomi importanti come quelli delle Beats, Bose, Sony, Marshall andiamo a vedere qualche modello di queste marche considerate top di gamma nel loro campo: per le cuffie Beats un paio classico per chi ama la musica di qualità e un buon suono pulito con bassi potenti ecco le studio3 wireless, chiaramente bluetooth con microfono incorporato hanno un costo parecchio elevato visto che il loro prezzo si aggira attorno ai trecentocinquanta euro, ma sono davvero le migliori in commercio; un altro tipologie di cuffie sempre della Beats sono il modello denominato solo3 molto simili alle studio, ma con un valore davvero molto più basso essendo che il costo è di duecento euro.

La Marshall, è una marca che da anni domina il mercato dell’ audio grazie ai suoi ottimi amplificatori, ma grazie anche alla sei famosissime cuffie della serie major che sono arrivate fino alla serie tre, queste cuffie presentano sia la versione già cablata quindi con il cavo e la versione wireless , con il loro design davvero accattivante fatto completamente in pelle e la cuffia vera e propria quadrata ricorda un po’ il vintage; il costo di esse non è esagerato infatti si aggira attorno ai centodieci euro, mentre invece un modello più costoso di Marshall è quello delle Marshall monitor II ac che hanno un costo di circa trecento euro, ma possiede una tecnologia avanzata che ti permette di bloccare il rumore e di concentrarti solamente sulla musica.

Un’ alta marca molto famosa è la Bose, la Bose da molto tempo è in commercio con cuffie e casse molto buone per quanto riguarda l ‘audio, le cuffie che hanno contraddistinguono le Bose sono le noise cancelling 700-SLV, come dice il nome anche queste cancellano il rumore come le Marshall e hanno un costo di quasi quattrocento euro. Un paio decisamente meno costoso sono quelle denominate Soundlink AE II black hanno un costo di duecento trenta euro, ma come anche le noise cancelling sono wireless e scegliendo la marca Bose per quanto riguarda la qualità del suono siamo nella cosiddetta “botte di ferro” in quanto perfette per molti aspetti, con un design molto semplice ed elegante.

Altra marca molto molto famosa su moltissimi aspetti dalle televisioni, alle casse musicali e addirittura console di giochi che da anni conquistano grandi e piccoli, esattamente è proprio la Sony! La Sony presenta una gamma di cuffie davvero ampia tra cuffie In- ear e quelle Over- ear, ma andiamo a veder nello specifico quelle Over- ear; ho selezionato tre tipologie di cuffie le prime sono le WH1000XM3B, cavallino di punta della Sony che con questo modello di ceffi altamente tecnologico, con modalità anti rumore ci consente di ascoltare la nostra musica preferita ad un livello superiore e chiaramente sono Bluetooth, il costo di esse si aggira tra i trecento cinquanta euro. Le seconde sono le cuffie Sony MDR- RF895RK cuffie molto più economiche che fungono anche per la televisione in modo da consentire di guardare la televisione in maniera tranquilla anche la sera quando tutti dormono, queste hanno un costo molto inferiore alle altre essendo che costano solamente centodieci euro, ma ciò che stupisce di queste cuffie è il raggio d’ azione che arriva fino a cento metri. Le altre cuffie sono esclusivamente da gioco per gli amanti delle chat online, chiamate Platinum Wireless Headset sono cuffie bluetooth con microfono integrato che ci permettono di non fare molto rumore durante le partite e di chiacchierare con i nostri amici durante esse, anche queste sono in possesso dell’ isolamento del rumore.

Passiamo ora alle conclusioni, come avete potuto vedere i modelli Over- ear sono chiaramente più costosi e più grandi dei modelli In- ear, però entrambi hanno i propri svantaggi e vantaggi, andiamo a vederli:

In- ear: piccole e tascabili con la possibilità del Bluetooth, sono molto comode poiché facilmente trasportabili. Se la ricerca è fatta molto con cura e il denaro investito è tra i venti e i sessanta euro avremo anche un ottima qualità del suono, l’ unica cosa che non sarà in nostro possesso sarà l’ isolamento dal rumore, che può essere però un po’ tamponato dalla scelta giusta del gommino che entrerà nel nostro orecchio.

Over- ear: grandi e ingombranti, ci assicureranno un ottima qualità del suono donandoci di tutti i suoni presenti all’ interno della canzone, inoltre avremo un altrettanto ottimo isolamento dal rumore circostante per cui queste cuffie sono l’ ideale nel caso in cui i luoghi che frequentiamo siano molto rumorosi. Chiaramente l’ investimento di denaro sarà maggiore rispetto alle In- ear , infatti i costi aumentano di parecchio se cerchiamo la perfezione nelle cuffie che vogliamo acquistare.

Detto ciò dobbiamo capire bene le nostre esigenze e l’ uso che andremo a fare delle nostre cuffie prima di effettuare questo tipo d’ acquisto, poiché se è un uso lavorativo potremmo anche optare per delle Over- ear, ma nel caso ci servano per un viaggio, o anche esse per esigenze lavorative ma con lunghi viaggi in macchina le In- ear sono ottime e consiglio vivamente di prenderle, magari bluetooth in modo da non avere il cavo che si in piglia da qualche parte durante la guida.


Commenti chiusi